Educazione degli adulti Area linguaggi saperi necessari.

Educazione degli adulti Area linguaggi

Gli standard dell’area dei linguaggi garantiscono il collegamento con il framework europeo delle lingue e mirano allo sviluppo dei processi comunicativi, sotteso a qualsiasi funzione sociale e cognitiva. Il contenuto afferisce alle azioni dell’ascoltare e parlare per interagire, comprendere e rielaborare, leggere per informarsi, apprendere e documentarsi, scrivere per compilare, rielaborare, trattare, commentare e criticare, guardare per comprendere ed apprezzare.

Nella nuova versione degli standard viene sviluppata la dimensione sociale e l’aspetto relazionale della comunicazione. Questa funzione sociale si esplica nell’obiettivo di “fare squadra” e cooperare con gli altri, nello sviluppare la competenza a progettare e progettarsi, ma anche nella volontà di promuovere negli adulti la motivazione a leggere, nello sviluppo della capacità di documentarsi al fine di agire e scegliere ed operare confronti.

L’analisi dei documenti europei relativamente al tema dell’imparare ad apprendere, ha portato ad assumere e argomentare negli standard due oggetti diversi: apprendere la lingua come codice di regole e apprendere la lingua come organizzatrici di testi che veicolano saperi diversi.
Alla promozione della cittadinanza attiva fa riferimento in generale il possesso della lingua. In particolare negli standard abbiamo potenziato alcune forme codificate del linguaggio giuridico ed amministrativo; al tema dell’occupabilità fanno, invece, riferimento le azioni di produzione linguistica finalizzate all’ottenimento ed al mantenimento del lavoro.

Educazione degli adulti Area linguaggi Standard.

STANDARD A: parla per farsi capire.

STANDARD B: ascolta per comprendere e rielaborare.

STANDARD C: legge per il proprio piacere, per informarsi, apprendere e documentarsi.

STANDARD D: scrive per farsi capire.

STANDARD E: guarda per comprendere ed interpretare.