Educazione degli adulti Area Socioeconomica la vita sociale

Educazione degli adulti Area Socioeconomica

Gli standard dell’area socioeconomica sono costruiti intorno ad alcuni nuclei fondanti la promozione di una cittadinanza attiva e della occupabilità, ed affrontano temi propri al lavoro, all’ambiente, all’orientamento, alla formazione e al rapporto tra individuo e collettività, tra uomo ed eventi storici, tra uomo e territorio.
Vengono valorizzate le dimensioni del “conoscere” e la funzione dell’ “agire in contesti socialmente significativi”.

I temi emergenti congruenti con gli standard sono: il territorio inteso come luogo per ricercare, riconoscere, identità e appartenenza rafforzando la coesione sociale; il mercato del lavoro, i sistemi di partecipazione ed inclusione sociale, il sistema delle regole e dei comportamenti sociali con il quale si sostanzia la collocazione di un individuo in un contesto sociale, il sistema di produzione e dei consumi, l’accesso alla formazione, la progettazione di sé l’autorealizzazione, l’orientamento; la storia e le biografie, i vissuti personali ed eventi collettivi.

A seguito dell’analisi dei documenti europei, si è ritenuto opportuno dare risalto alla dimensione europea della cittadinanza, sotto il profilo della formazione del cittadino e dello sviluppo di una cultura europea. Diverse le articolazioni nelle quali si integra l’aspetto dell’occupabilità, già riferite alla voce mercato del lavoro e progettazione di sé, ma arricchite, in questa nuova versione degli standard, con indicazioni sull’adattabilità al lavoro, con riferimenti a contesti di un mercato del lavoro europeo, alle pari opportunità ed alla parità di genere.

Educazione degli adulti Area socioeconomica Standard.

STANDARD A: colloca l’esperienza personale in un sistema di regole che definiscono i diritti e i doveri dell’individuo nel rapporto con gli altri, in riferimento ad un contesto sociale fondato sulla tutela e sul reciproco riconoscimento dei diritti.

STANDARD B: conosce i principi fondamentali della vita comunitaria; si riconosce cittadino titolare di diritti civili e politici e si rende responsabile della propria formazione a cittadino universale.

STANDARD C: riconosce il contesto sociale in cui agisce l’individuo come un sistema complesso le cui parti sono interdipendenti.

STANDARD D: acquisisce consapevolezza delle proprie abilità sociali e attitudini e riconosce il valore delle proprie competenze come punto di partenza per un inserimento o reinserimento in un contesto sociale e lavorativo.

STANDARD E: si riconosce come soggetto di diritti e doveri nell’ambito delle norme che regolano il rapporto di lavoro e comprende come opera un sistema di tutela del lavoro in relazione alle trasformazioni della società.

STANDARD F: si orienta nella molteplicità delle offerte formative e individua il percorso adeguato ai propri bisogni in vista di un completamento/riorientamento della propria istruzione e/o dell’inserimento nel mondo del lavoro o di nuove prospettive di lavoro.

STANDARD G: comprende le modalità di funzionamento del mercato del lavoro e mette in relazione la loro evoluzione con le trasformazioni dell’economia.

STANDARD H: distingue le caratteristiche del lavoro dipendente, del lavoro autonomo e dell’attività d’impresa e coglie le diverse opportunità occupazionali che si ricollegano ad esse.

STANDARD I: distingue i diversi tipi di contratto di lavoro dipendente e mette in relazione le loro caratteristiche ed evoluzione con il contesto economico e sociale di riferimento.

STANDARD L: acquisisce conoscenze/informazioni e utilizza strumenti/ strategie in funzione della ricerca attiva del lavoro, nel contesto di un progetto personale e in relazione alle opportunità esistenti.

STANDARD M: comprende i principali processi di trasformazione in corso nell’economia contemporanea e i conseguenti cambiamenti nel mondo del lavoro; mette in relazione i cambiamenti nell’economia e nel lavoro con le esigenze di innovazione delle competenze e si orienta tra le occasioni esistenti per accrescere le opportunità di occupazione.

STANDARD N: percepisce la salute dell’ambiente come fattore imprescindibile dal benessere individuale e collettivo.

STANDARD O: si orienta nel tempo a partire dalla propria biografia collocando la propria storia e quella della propria famiglia nei processi storici collettivi.

STANDARD P: coglie il cambiamento e la diversità in una dimensione diacronica attraverso il confronto tra epoche diverse e in una dimensione sincronica attraverso il confronto tra aree geografiche e culturali diverse.

STANDARD Q: utilizza le fonti e gli strumenti adeguati per comprendere il significato e interpretare eventi storici della realtà contemporanea e del passato.

 

STANDARD R: utilizza le diverse rappresentazioni geografiche e le tecnologie per acquisire informazioni di tipo geografico e culturale.