La Mole Antonelliana e Fibonacci sono una rappresentazione del simbolismo in architettura e in aritmetica

la mole antonelliana e fibonacci

La Mole Antonelliana e Fibonacci. La serie numerica

SE DI SERA SI ALZA LO SGUARDO VERSO LA MOLE ANTONELLIANA SI VEDE BEN FISSATA SULLE PARETI DELLA CUPOLA, UNA SERIE DI GRANDI CARATTERI ILLUMINATI. SONO DEI NUMERI AL NEON, DI COLORE ROSSO, DISPOSTI VERTICALMENTE, CHE LETTI DAL BASSO VERSO L’ALTO RECITANO: 1, 1, 2, 3, 5, 8, 13, 21, 34, 55, 89…”

SI TRATTA DEL “VOLO DEI NUMERI“, UNA SCULTURA LUMINOSA, UNA SFOLGORANTE ISTALLAZIONE CONCETTUALE (che propone un concetto, una idea), MESSA SULLA CUPOLA NEL 2000 E CREATA DALL’ARTISTA MARIO MERZ, UNO DEGLI ESPONENTI DI MAGGIOR SPICCO (spiccare, mettersi in evidenza rispetto altri artisti) DELL’ARTE POVERA, MOVIMENTO ARTISTICO NATO ATTORNO ALLA METÀ DEGLI ANNI SESSANTA A TORINO, IL CUI INTENTO (obiettivo, scopo) ERA QUELLO DI RICERCARE UN CONTATTO DIRETTO CON LA VITA QUOTIDIANA (di tutti i giorni) NEI SUOI ELEMENTI NATURALI PIÙ COMUNI, MA ANCHE CON I MATERIALI TECNOLOGICI “NATURALMENTE” PRESENTI NELLA QUOTIDIANITÀ MODERNA ( come la luce al neon).

SONO RIPRODOTTI I NUMERI DELLA SERIE DI FIBONACCI, OGNI TERMINE DELLA SUCCESSIONE NUMERICA SI OTTIENE SOMMANDO I DUE NUMERI AD ESSO PRECEDENTI.

La serie di Fibonacci e i conigli.

Leonardo Pisano, detto Fibonacci, che già abbiamo incontrato alla corte di Federico II,( Castel del Monte, retro moneta da 1 cent) ideò la serie di numeri (una progressione di numeri, una sequenza numerica ) che prese il suo nome per risolvere questo problema:

” Un contadino chiuse in un recinto ( un luogo chiuso da un muro, da una rete) una coppia di conigli per avviare un allevamento ( iniziare una produzione di animali). La coppia prese a prolificare ( la prole sono i figli) il secondo mese una nuova coppia di conigli. Nei mesi che seguirono la coppia capostipite (i due primi conigli, a capo della famiglia) continuò a generare regolarmente una coppia al mese, e altrettanto fece ciascuna delle coppie generate, ciascuna però a partire dal secondo mese dopo la propria nascita. Quante coppie di conigli popolarono la conigliera dopo il decimo mese se nel frattempo non morì nessun coniglio? “. Fibonacci diede la risposta: 377.

1, 1, 2, 3, 5, 8, 13, 21, 34, 55, 89, 144, 233

LIBER ABACI, cap. 12.

Un tale mise una coppia di conigli in un luogo chiuso per sapere quante coppie sarebbero nate in un anno da quella coppia sapendo che in ogni mese da una coppia nasce un’altra coppia e che ogni coppia inizia a riprodursi nel secondo mese di vita. Nel primo mese la coppia si riproduce e dunque dopo un mese ci sono 2 coppie. Nel secondo mese la prima coppia si riproduce ancora e dunque vi sono 3 coppie. Di queste 2 rimangono gravide. Nel terzo mese nascono 2 nuove coppie e dunque vi sono 5 coppie, di cui 3 rimangono gravide. Nel quarto mese vi sono 8 coppie di cui 5 rimangono gravide. Nel quinto vi sono 13 coppie di cui 8 rimangono gravide. Nel sesto 21 coppie di cui 13 gravide. Nel settimo 34 coppie di cui 21 gravide. nell’ottavo 55 di cui 34 gravide. …

Aritmetica delle progressioni. 

UNA PROGRESSIONE ARITMETICA É UNA SUCCESSIONE DI NUMERI REALI TALE CHE LA DIFFERENZA TRA DUE TERMINI CONSECUTIVI DELLA SUCCESSIONE È COSTANTE. QUESTA COSTANTE SI CHIAMA RAGIONE DELLA PROGRESSIONE STESSA: SE LA RAGIONE È POSITIVA LA SUCCESSIONE È CRESCENTE, SE LA RAGIONE È NEGATIVA LA SUCCESSIONE È DECRESCENTE.  ESEMPIO: 3, 7, 11, 15, 19,…..

LA PROGRESSIONE È CRESCENTE, LA RAGIONE È 4, OGNI NUMERO SI HA SOMMANDO 4 AL SUO PRECEDENTE.  

100, 80, 60, … LA PROGRESSIONE È DECRESCENTE, LA RAGIONE È 20, OGNI NUMERO SI HA SOTTRAENDO 20 AL SUO PRECEDENTE.

la mole antonelliana fibonacci
La Mole Antonelliana e Fibonacci. L’unità d’Italia

VITTORIO EMANUELE II DI SAVOIA (1820-1878) È STATO L’ULTIMO RE DEL REGNO SARDO-PIEMONTESE (DAL 1849 AL 1861) E IL PRIMO RE D’ITALIA (DAL 1861 AL 1878). IL RISORGIMENTO È IL PERIODO STORICO DURANTE IL QUALE LA PENISOLA ITALIANA CONSEGUÌ L’UNITÀ D’ITALIA“, RIUNENDO IN UN SOLO STATO GLI STATI CHE C’ERANO PRIMA. IL REGNO D’ITALIA FU FONDATO NEL 1861 QUANDO GIUSEPPE GARIBALDI, CON LA SPEDIZIONE DEI MILLE ( 1000 SOLDATI GARIBALDINI) CONQUISTÒ IL REGNO DELLE DUE SICILIE. IL RISORGIMENTO INIZIÒ NEL 1815 È TERMINÒ NEL 1870 CON L’ANNESSIONE DELLO STATO PONTIFICIO (DEL PAPA) E LO SPOSTAMENTO DELLA CAPITALE A ROMA.

la mole antonelliana e fibonacci

PER I FESTEGGIAMENTI DEL 150° ANNIVERSARIO DELLA FONDAZIONE DELL’ITALIA LA MOLE È STATA CINTA (circondata, come la cinta dei pantaloni) DI TRE COLLARI DI FORMA QUADRATA CHE DI NOTTE SI ILLUMINANO FORMANDO IL NOSTRO TRICOLORE (bianco, rosso e verde, i colori della bandiera italiana). QUESTA DECORAZIONE (decorare, fare bello) SAREBBE DOVUTA ESSERE RIMOSSA ALLA FINE DEL 2011 MA IL POPOLO TORINESE LA APPREZZA MOLTO E DI CONSEGUENZA ANCORA SI PUO’ VEDERE. (rimuovere, togliere).

la mole antonelliana e fibonacci
La Mole Antonelliana.
la mole antonelliana e fibonacci

LA MOLE ANTONELLIANA È IL “MONUMENTO SIMBOLO” ( il monumento simbolo di Roma è il Colosseo) DI TORINO  (in dialetto piemontese Turin), CHE È STATA LA PRIMA CAPITALE D’ITALIA, LA CITTÀ DOVE È NATA L’INDUSTRIA AUTOMOBILISTICA FIAT, LA SEDE DEL GOVERNO DELLO STATO SARDO PIEMONTESE E DEL REGNO DELLA FAMIGLIA SAVOIA  ( la monarchia dei re Savoia in Italia durò fino al 1945), IL LUOGO DOVE È CUSTODITA LA SACRA SINDONE  ( un lenzuolo dove c’è l’immagine di Gesù)  E DOVE C’È UNO DEI PIÙ IMPORTANTI MUSEI EGIZI ( civiltà egiziana, piramidi, geroglifici …) DEL MONDO.

PRENDE IL NOME DALL’ARCHITETTO (l’uomo che progetta, cioè ha un’idea, e costruisce chiese, palazzi … con stile, con arte, che si presenta bello) ALESSANDRO ANTONELLI, CHE INIZIÒ A COSTRUIRLA NEL 1863 E CHE LA CONCEPÌ (concepire un figlio) COME SINAGOGA (il tempio ebreo) PER CELEBRARE LA LIBERTÀ DI CULTO (di religione) CONCESSA (concedere, dare) PER IL VOLERE DEL RE DEL REGNO SARDO-PIEMONTESE CARLO ALBERTO DI SAVOIA (1798 – 1849), CHE NEL 1848 APPROVO’ LA PRIMA COSTITUZIONE IN ITALIA, CHIAMATA STATUTO ALBERTINO.

NEL 1869, LA COMUNITÀ EBRAICA ABBANDONAVA IL FINANZIAMENTO DELL’OPERA PERCHÉ TROPPO COSTOSA.

I LAVORI  RIPRESERO NEL 1873, L’EDIFICIO,  DEDICATO AL RE VITTORIO EMANUELE II, FU INAUGURATO NEL 1889, LO STESSO ANNO DELLA TORRE EIFFEL DI PARIGI, E DIVENNE LA SEDE DEL MUSEO DEL RISORGIMENTO FINO AL 1930.

La Mole Antonelliana e Fibonacci. La geometria della guglia.

LA MOLE, ALTA 167,5 METRI, È STATA PER MOLTO TEMPO L’EDIFICIO IN MURATURA (fatto di mattoni, di pietre) PIÙ ALTO DEL MONDO, ORA È L’EDIFICIO PIÙ ALTO DI TORINO. SULLA CIMA SI TROVA UNA CAMERA FATTA DI GRANITO (una pietra divisa in grani) SU CUI POGGIANO UNA LANTERNA (una lanterna dà luce, può essere a candela, a olio, in architettura è una struttura posta alla sommità di una cupola, dove ci sono delle finestre da cui passa la luce) A DUE PIANI, IL TEMPIETTO, E QUINDI L’ALTISSIMA GUGLIA, CHE TRASFORMA LA PIANTA DA QUADRATA IN CIRCOLARE, E CHE È FORMATA DA UNA SERIE DI ELEMENTI CONICI E CILINDRICI, CONCLUSI DA UNA CUSPIDE DI FORMA PIRAMIDALE A BASE OTTAGONALE, SU CUI C’ERA LA STATUA DI UN ANGELO.

la mole antonelliana fibonacci

LA TORRE FU COSÌ RICOSTRUITA NEL 1961, PER IL CENTENARIO (100 anni passati) DELL’UNITÀ D’ITALIA.
SI PUÒ SALIRE SULLA MOLE ED AMMIRARE IL PANORAMA.

la mole antonelliana fibonacci

LA MOLE ATTUALMENTE (attuale, oggi) È SEDE (il posto dove si trova) DEL MUSEO NAZIONALE DEL CINEMA 

la mole antonelliana fibonacci
La Mole Antonelliana e il cinema.

PRIMA DI VISITARE CON UN FILMATO LA MOLE DOBBIAMO PREMETTERE (mettere prima) ALCUNE COSE: LE ALPI SONO LE MONTAGNE A NORD DELL’ITALIA, IL FIUME PO ATTRAVERSA TORINO ED È IL FIUME PIÙ LUNGO DI ITALIA , “restare a bocca aperta” È UN MODO DI DIRE CHE SIGNIFICA “ESSERE MOLTO SORPRESI” (una sorpresa è qualcosa che avviene senza aspettarselo), “quanta acqua è passata sotto i ponti” SIGNIFICA È PASSATO MOLTO TEMPO; IN ITALIA SI CREDE CHE QUANDO UN GATTO NERO ATTRAVERSA LA STRADA DOVE PASSIAMO SI AVRÀ SFORTUNA; un “micio” È UN ANIMALE CHIAMATO ANCHE …LO SCOPRIRETE ALLA FINE DELLA VISITA VIRTUALE