Dosare i farmaci: dal sito farmacia.it
Evitare errori nell’assunzione di sciroppi, sospensioni, fiale . Soprattutto nel periodo invernale vi fanno ricorso principalmente i bambini e gli anziani e capita, purtroppo spesso, che o genitori distratti o anziani non controllati vengano scambiati contagocce, pipette, cucchiai, misurini. Con i medicinali ‘bevibili’ gli errori di dosaggio sono all’ordine del giorno.

Dosare i farmaci

DOSARE I FARMACI. Suggerimenti

La posologia è la parte della prescrizione medica (ricetta) riguardante le dosi ed i tempi per l’assunzione di un farmaco;  la sua esatta osservanza produce gli effetti di cura desiderati.
dose giornaliera moltiplicato tempi di cura = quantità totale prescritta e necessaria.
Ogni variazione di quantità o di tempi rispetto alla prescrizione, causa inconvenienti e normalmente,

Collegati al sito Torrino medica , un data base ( archivio ) che contiene molte  informazioni sui farmaci.

I problemi sono legati allo scambio di dosatori (contagocce, pipette, cucchiai, misurini), alla scarsa leggibilità o alla mancanza di una graduazione del dosatore.

Per questo l’Agenzia francese del farmaco suggerisce ai cittadini 4 regole anti-errore. 1) Ad ogni farmaco corrisponde un dispositivo di somministrazione: i dispositivi non sono universali e sono specifici per il farmaco con il quale vengono distribuiti. 2) È necessario conservare insieme al farmaco cucchiai, pipette o altro per evitare confusioni. 3) In caso di qualsiasi dubbio di somministrazione chiedere al medico o al farmacista. 4) Leggere con attenzione il foglietto illustrativo prima di utilizzare il prodotto.

Il contagocce e la pipetta sono formate da un tubicino di vetro abbastanza sottile sulla cui sommità, più larga rispetto alla parte inferiore che è quasi un capillare, si trova una tettarella in gomma. Il funzionamento consiste essenzialmente nello schiacciare la tettarella in modo da provocare l’uscita dell’aria contenuta nel tubicino, e nell’immergere quest’ultimo nel liquido, conservando compressa la parte in gomma: rilasciandola si provocherà uno scompenso di pressione per effetto del quale il liquido salirà nel tubicino e non potrà più uscirne fino a quando la tettarella non sarà nuovamente schiacciata. Possono essere dotate o  prive di una scala graduata.