Il linguaggio del fumetto appassiona da bambini, si apprezza da grandi.

 

il linguaggio del fumetto

IL LINGUAGGIO DEL FUMETTO: un classico.
(fonte wikipedia )

Per fumetti Disney si intendono quei fumetti incentrati su  personaggi creati da Walt Disney come Topolino, Paperino e Paperon de’ Paperoni fra i principali. Esordirono negli Stati Uniti d’America negli anni trenta in forma di strisce giornaliere e poi anche come tavole domenicali sui giornali ai quali seguirono poi edizioni anche nel formato pocket o tascabile in alcune pubblicazioni specializzate negli anni quaranta. Vennero esportati in Europa dove vennero pubblicati in diverse lingue e la concessione di licenze ha consentito lo sviluppo nei diversi paesi di scuole autonome di autori locali di fumetti; fra gli esempi più noti Romano Scarpa, della scuola italiana, che ha lavorato principalmente per produzioni italiane poi tradotte in molte altre lingue.

.IL LINGUAGGIO DEL FUMETTO: un romanzo.
(fonte wikipedia )

Hugo Pratt, nome d’arte di Ugo Eugenio Prat (Rimini, 1927 – Losanna, 1995), è stato un fumettista, disegnatore, pittore, scrittore e attore italiano.

Annoverato fra i maggiori autori di fumetti italiani, ha raggiunto una notorietà internazionale soprattutto con il personaggio di Corto Maltese, da lui ideato e uno dei più noti del fumetto italiano; Una ballata del mare salato, prima storia del personaggio, è considerata insieme a La rivolta dei racchi di Guido Buzzelli, uno dei primi esempi di romanzo a fumetti italiano.

IL LINGUAGGIO DEL FUMETTO: i Manga (fonte wikipedia )

Manga  è un termine giapponese che indica i fumetti di piccolo formato caratterizzati da forti contrasti passionali tra i personaggi In Giappone il termine indica tutti i fumetti, indipendentemente dal target, dalle tematiche e dalla nazionalità di origine. Il fumetto giapponese include opere in una grande varietà di generi, come avventura, romantico, storico, commedia, fantascienza, fantasy, giallo, horror ed erotico. A partire dagli anni cinquanta il manga è diventato uno dei settori principali nell’industria editoriale giapponese.

 

 

 

 

 

 

La lista delle onomatopee