Il sillabario di Felicita Pecis e Maurizio Cividin , è rivolto a ” stranieri analfabeti sia in lingua madre che in italiano. Serve anche per stranieri che non sanno leggere e scrivere in Italiano.  Nella loro lingua usano scritture alfabetiche con caratteri diversi da quelli latini (es. arabo, thailandese, hurdu ), o scritture ideogrammatiche ( es. cinese ).

SILLABARIO: spiegato da una maestra e altri argomenti sul suo blog

Le sillabe sono gruppi di lettere pronunciati con una sola emissione di voce. Sono le piccole unità in cui è possibile scomporre le parole. Ogni parola si compone almeno di una sillaba, infatti le parole più brevi si chiamano monosillabi. Saper dividere le parole in sillabe è indispensabile per andare correttamente a capo di riga. La sillaba può essere anche di una sola lettera (una vocale), oppure di due, tre e quattro lettere (vocale + consonanti). 

REGOLE BASILARI PER LA DIVISIONE IN SILLABE
LE LETTERE DOPPIE SI SEPARANO  pal/la  gat/to  giac/ca  gom/ma
IL SUONO CQ SI DIVIDE COME SE FOSSE UNA DOPPIA  ac/qua  ac/qua/rio  ac/quaz/zo/ne  ac/quo/li/na
I SUONI SC, GN, GL, STR, TR, DR, BR, GR  NON SI SEPARANO MAI  pe/sce  stra/da  co/ni/glio  ra/gno  dra/go  
tre/no  bra/vo: 
QUA, QUE, QUI, QUO NON SI SEPARANO MAI  qua/der/no  quer/cia  cin/que  li/quo/re  quat/tro
I GRUPPI MP, MB SI SEPARANO bam/bo/la  cam/pa/na  bam/bi/ni  im/bu/to
LE CONSONANTI L, R, N SI STACCANO
DALLA CONSONANTE CHE VIENE DOPO
tor/ta  al/be/ro  car/ta  den/te
SE LA VOCALE E’ LA PRIMA LETTERA PUO’ STARE DA SOLA
a/qui/la  e/li/ca  i/so/la  o/ca  e/de/ra
 sillabario
 sillabario
 sillabario
 sillabario
 sillabario
 sillabario
 sillabario
INSERISCI NEI PUNTINI CU, QU, CCU OPPURE CQU

   Ho a……..istato una borsa di vero …..oio.          Non trovo più il mio ta…….ino, …….alcuno l’ ha visto?                  Se proprio vuoi bere il vino, devi anna…….arlo.

  Hai paura di una mosca? Puoi stare tran…….illo, perché è inno…..a.                                             Beatrice na…….e in una notte di luna piena.

   Francesco ha dipinto con gli a……erelli e ha sporcato al….ni fogli bianchi.

…….ando non sono tranquilla, sento il …..ore che batte forte.                                           Carlo ha bevuto un …..cchiaio di li…..ore e si sente strano.

…….asi sempre trovo il tuo telefono o……pato.

  Paolo è andato in banca a ris……otere l’eredità di suo …..gino.                                    Franco ha a…..istato un a…..ario e lo ha sistemato nella stanza vicino alla …cina.

  Ero in campagna ……ando un a……..azzone mi ha costretto a rientrare.                         Prima di ……ocere le verdure, lavale bene con l’ a…….a.

  A s…..ola i bambini imparano tante cose interessanti.