Saper contare in Europa almeno fino a 10 è utile.

Una delle conquiste più importanti dell’uomo è la scrittura dei numeri. Poiché i numeri sono infiniti, non si può avere un simbolo per ogni numero.

Il sistema numerico posizionale su base 10 fu inventato in India nella seconda metà del I millennio a.C., arrivò in Europa, insieme al concetto e al segno dello zero, attraverso gli Arabi. Nel 1202 il matematico Leonardo Pisano detto Fibonacci lo introdusse in Europa.

Fu, infatti, il matematico indiano Brahmagupta nel VII sec. ad usare per primo il numero zero e quindi il sistema posizionale: una cifra, secondo la sua posizione, può indicare un’unità, una decina, un centinaio e così via.

Gli Arabi, appreso il nuovo sistema di numerazione, lo esportarono nei paesi che conquistavano: il sud della Spagna nel 711, la Sicilia nel 827 la Sicilia. La cultura araba si diffuse in tutta Europa, tramite la traduzione in ebraico e in latino dei loro libri, molti termini di origine araba sono usate ancora oggi in astronomia, in matematica e in medicina.

Al gabr (restaurazione, riduzione) divenne in italiano algebrasifr صفر‎ (vuoto) – derivato dal sanscrito sunyà – nella nostra lingua diede vita alle due parole cifra zero.

Leonardo Fibonacci, matematico pisano e mercante, introdusse in Europa il sistema posizionale, dopo essere entrato in contatto con alcuni matematici arabi in Algeria.

Fibonacci scrisse nel 1202 il Liber Abaci, in cui spiegava il nuovo metodo di numerazione e di calcolo e scrisse per la prima volta zephirum,  con il suo simbolo e concetto di vuoto.   

Fibonacci studiò la traduzione dei mano scritti di al-Khwārizmīmatematico arabo vissuto a cavallo tra VIII e IX secolo, da lui deriva la parola algoritmo.

La logica posizionale con cui si formano i vocaboli dei numeri è simile in tutte le lingue europee.

 

Tabella fino a 10.

 

contare in europa

Il sistema numerico cinese è decisamente semplice ed intuitivo. Conoscendo i numeri dal’1 al 9 si potrà facilmente arrivare a contare fino a 99 senza incontrare nessuna difficoltà.

Oltre alla scrittura, anche il modo di contare con le dita differisce molto dal nostro, e la motivazione è davvero interessante: con due mani si può contare fino a 99, diversamente dal nostro che ci limita al 10!

Inizialmente nella cultura cinese il sistema di numerazione si basava su delle corde con dei nodi, di colore bianco o nero:

  • Quelli bianchi rappresentavano i numeri pari;
  • Quelli neri i numeri dispari.

Solo dal III secolo a.C. si iniziarono a diffondere 13 caratteri che corrispondevano a delle cifre numeriche.

(1, 2, 3, 4, 5, 6, 7, 8, 9, 10, 20, 100, 1000, 10000).

Lo zero nella numerazione cinese ha un’origine più recente, si presume che sia stato importato dalla cultura indiana. Le prime tracce si ritrovano in uno scritto del 1247.

 

I NUMERI DA 1 A 10 IN CINESE (VIDEO )

I NUMERI DA 1 A 10 IN GIAPPONESE (video )

in Russia

Segue la temperatura