Uso del piano cartesiano: per cercare una strada, nei giochi, nei software del pc, nella statistica, nelle applicazioni dello smartphone

Uso del piano cartesiano, Le coordinate sono una lettera e un numero

Lo stradario

Quando nella propria città c’è bisogno di raggiungere un posto, che non si sa dove sia, si usa lo stradario, che serve da vera e propria mappa della città, chiamato Tutto-Città e distribuito gratuitamente ( le strade di Roma, scarica in formato pdf ) insieme alle Pagine Gialle, una tipo di elenco telefonico, che comprende gli abbonati (che pagano un abbonamento) che operano in ambito economico, suddivisi in categorie (avvocati, idraulici, negozi …).

La città viene divisa in tavole che mappano parti della città; ogni tavola è divisa da un reticolato, formato da linee orizzontali e verticali, che formano dei quadrati. Ogni quadrato è individuato da una coppia di coordinate, una lettera che indica la colonna ed un numero che indica la riga.

Le vie messe in ordine alfabetico si cercano nell’apposito (fatto apposta) elenco, esse sono seguite dalle seguenti abbreviazioni: v. (via ) ; v. di; p. (piazza); p. di; lg (lungotevere); sal.(salita) di; p.le (piazzale); lg (largo); vc. (vicolo) di.

Ad esempio troviamo che piazza S. Pietro si trova nella Tavola 28 all’interno del quadrato D 3.

USO DEL PIANO CARTESIANO

L’evoluzione tecnologica ha superato l’uso dello stradario cartaceo, vedi il sito Tutto-Città. Si possono sapere anche i percorsi, a piedi, in macchina o in autobus, da una strada all’altra.

 

INFORMAZIONI PRESENTI SUL SITO
uso del piano cartesiano
Gli scacchi

La scacchiera è un quadrato 8 x 8.( otto sono i quadrati piccoli in orizzontale e 8 in verticale, ha il lato di 8 linee) Le caselle sono dette case, disposte alternativamente in colore chiaro e colore scuro. La scacchiera è divisa immaginariamente in 8 file di case verticali, dette colonne, e 8 file di case orizzontali, dette traverse. Naturalmente sulla scacchiera sono presenti anche le diagonali, definite come case consecutive dello stesso colore poste in linea obliqua e con gli angoli in contatto a due a due. Origine degli scacchi.

USO DEL PIANO CARTESIANO

Le singole case sono identificabili tramite due coordinate: Le case b1, b2, b3, … , b8 formano assieme una colonna, per la precisione la seconda. Le case a5, b5, c5, … , h5 formano assieme una traversa, per la precisione la quinta. Le case b1, c2, d3, … , h7 formano assieme una diagonale (chiara). Le case a3, b2, c1 formano una diagonale (scura).

Le posizioni iniziali sono per i Pezzi Bianchi: Re in e1, Donna in d1, Torri in a1h1, Alfieri in c1f1, Cavalli in b1g1, Pedoni in a2b2, …, h2; e per i Pezzi Neri: Re in e8, Donna in d8, Torri in a8h8, Alfieri in c8f8, Cavalli in b8g8, Pedoni in a7b7, …, h7. Ogni partita di scacchi può essere trascritta, e quindi riprodotta, usando la cosiddetta notazione algebrica, che si basa sul fatto che ogni singola casa della scacchiera è identificata univocamente da una coppia di coordinate, ad esempio sposto il cavallo bianco da b1 in a3.

Il foglio di calcolo

Un foglio di calcolo nei programmi di un computer, come ad esempio Excel è costituito da un reticolo ( o griglia) di righe e colonne.

Le colonne sono identificate da lettere A, B, C, … Z, AA, AB, AC, … AZ, BA, BB, …. IV e le righe da numeri.

L’intersezione tra una riga e una colonna forma un rettangolino, chiamato cella, che si identifica con le coordinate colonna, riga, ad esempio: A1, E10, B3, C4,…

USO DEL PIANO CARTESIANO
Uso del piano cartesiano. Oggi al cinema.

I posti di una sala cinematografica sono individuati con una coppia di coordinate, la fila, indicata con una lettera o un numero, e il posto, indicato con un numero. La prenotazione del posto e l’acquisto del biglietto si può fare dal p.c. o dallo smartphone.

” Una volta installata sul tuo dispositivo mobile un’applicazione ( app) puoi scegliere comodamente attraverso una mappa i posti preferiti e prenotarli per ritirarli in biglietteria almeno 30 minuti prima dell’inizio della proiezione oppure puoi acquistarli direttamente con la carta di credito o con la cinecard e ritirali direttamente ai punti self service in modo da risparmiare tempo ed assicurarti la visione del film preferito. Inoltre puoi vedere in tempo reale la programmazione delle sale, ricevere info e schede sui film in proiezione, vedere un anteprima la locandina e il trailer e tanto altro.”

Collegati al sito del cinema, scegli il film che vuoi vedere e il posto, puoi anche pagare il  biglietto on line.

uso del piano cartesiano

l posto libero si seleziona con un click del mouse.

Il biglietto indica quale è la fila e il posto.

Uso del piano cartesiano. Le coordinate sono parole e numeri.
Il diagramma cartesiano

Questo tipo di rappresentazione con una linea è particolarmente indicato per rappresentare due grandezze legate tra loro da un relazione che in qualche modo le fa dipendere l’una dall’altra.

Ad esempio: Si vuole rappresentare i dati relativi alle precipitazioni ( precipitare, cadere giù, un aereo è precipitato ), misurate in millimetri   (mm ) di pioggia caduti registrate ( registrare, annotare, scrivere )  dalla stazione metereologica  ( La meteorologia è una scienza che studia i fenomeni fisici che avvengono nell’atmosfera terrestre e responsabili del tempo atmosferico, piove, sereno, )di una certa locatità ( luogo, posto, località di montagna ), nei primi sei mesi dell’anno.

saper far di conto iii livello
Dalla tabella al grafico

Per realizzare il grafico cartesiano si procede ( procedimento, modo con cui si procede, metodo seguito passo, passo per risolvere un problema ) così:

  • si disegnano due semirette perpendicolari aventi la stessa origine O, dette assi cartesiani;
  •  i mesi sono la grandezza chiamata variabile indipendente, ( possiamo dare noi un valore a piacere )  e  le piogge cadute  sono la grandezza chiamata variabile dipendente ( cioè che dipende, che è collegata al mese che noi abbiamo scelto )
  • si riportano i mesi sull’asse  orizzontale detto asse delle ascisse, da O verso destra ad intervalli regolari ( pezzi, tratti di linea uguali ); i millimetri di pioggia caduti sull’asse verticale, detto asse delle ordinate, da O verso l’alto ad intervalli regolari; (gli intervalli regolari con cui si riportano le grandezze sugli assi, cioè le unità di misura, possono essere uguali o meno fra loro;
  • si disegnano i punti di incontro di due corrispondenti valori della tabella scritti in riga ( le coordinate ), possiamo tracciare se vogliamo le parallele agli assi cartesiani
  • si uniscono tutti i punti di incontro ottenuti con una linea spezzata e si ottiene così il diagramma cartesiano.

 

saper far di conto iii livello

Dal grafico si può vedere che:

  • Il mese più piovoso è stato Aprile;
  • quello meno piovoso, invece, Gennaio;
  • Le piogge sono cadute più abbondanti nel periodo primaverile che non in inverno.

.

Un grafico può essere accompagnato da una Legenda, che significa cose da leggere.

Quante migliaia di auto sono state vendute in Svezia nel punto 2 ?

Il grafico rappresenta gli incassi mensili di un negozio. Quanti soldi ha incassato nel 2005? In che anno ha incassato 11540 € ?