la geometria di Talete

La geometria di Talete di Mileto ( 624- 546 a. C. circa ) era basata sull’esperienze e sulle osservazioni dei fenomeni, poi rielaborati con ragionamenti basati  sulla logica. Talete era filosofo e matematico, viaggiatore e studioso della sapienza delle civiltà dell’epoca in cui visse, un  pre-euclideo.

La geometria di Talete e la sua epoca.

Talete “andò dapprima in Egitto e da qui introdusse lo studio della geometria in Grecia. Non solo fece egli stesso parecchie scoperte, ma insegnò ai suoi successori i principi che stavano alla base di molte altre, seguendo in alcuni casi un metodo più generale, in altri uno più empirico.” ( Commento di Proclo ).

Talete, come filosofo, iniziò per primo a ricercare le cause  e il principio di tutta la realtà nelle sue manifestazioni. Tale principio  secondo lui è l’ acqua:  osservando che il cibo degli esseri viventi è in buona parte costituito da acqua, così come i semi degli esseri viventi sono umidi egli mette in risalto l’assoluta centralità dell’acqua nella vita. (fonte sito della prof. di Filosofia Gabriella Giudici  ).

Indipendentemente dalle discussioni che si fanno sul tema dell’acqua, possiamo fare una affermazione sicura e indiscutibile: l’acqua è un bene naturale, vitale, insostituibile e comune. Nessun essere vivente, umano o non umano, può vivere senza acqua. Le Nazioni Unite, il 21 luglio del 2010, hanno approvato questa risoluzione, “l’acqua potabile e sicura e i servizi igienico-sanitari sono un diritto umano fondamentale”.

(fonte comune-info )

La geometria di Talete: alcuni suoi teoremi presenti negli Elementi di Euclide.

Gli angoli alla base di un triangolo isoscele ( dal greco iso = uguale e skelos = gamba : avente due lati della stessa misura) sono sovrapponibili, e quindi uguali.

Due angoli “opposti al vertice” (formati da due linee secanti) sono sovrapponibili (stessa misura).

Due triangoli sono equivalenti ( congruenti, hanno la stessa Area ) se hanno un lato e i due angoli adiacenti uguali.

Un diametro divide un cerchio in due semicerchi sovrapponibili.

Qualsiasi angolo “inscritto” in un semicerchio è un angolo retto.

In altre parole :

Un triangolo inscritto in un cerchio di cui un lato è un diametro è un rettangolo al vertice opposto a questo diametro

la geometria di Talete

Invece la dimostrazione del teorema secondo cui un fascio di rette parallele è tagliato in parti direttamente proporzionali da due trasversali (comunemente detto teorema di Talete) risale almeno ad un secolo dopo la sua morte. 

La leggenda tramanda alcuni  fatti della vita di Talete: in Egitto misurò l’altezza di un obelisco con la misurazione dell’ombra di un bastone; con un analogo procedimento valutò l’altezza della piramide di Cheope, partendo dalla misura dell’ombra.

Talete di Mileto fu il primo matematico della storia, il primo cioè a ricercare regole generali su basi logiche per risolvere problemi di geometria a differenza dagli Egizi e dai Babilonesi che procedevano con metodi essenzialmente pratici e sperimentali.