Rete territoriale di servizio

Il CPIA è organizzato come Rete territoriale di servizio articolata nei seguenti livelli: ( linee guida, § 3.1.1 )

Livello A: unità amministrativa.
Il CPIA si articola, dal punto di vista amministrativo, in una sede centrale e in punti di erogazione di primo livello (sedi associate) dove si realizzano percorsi di primo livello e percorsi di alfabetizzazione e apprendimento della lingua italiana; tali punti di erogazione di primo livello (sedi associate) sono individuati nell’ambito della competenza esclusiva delle Regioni.
Livello B: unità didattica
(accordi di rete tra il CPIA e le istituzioni scolastiche che realizzano i percorsi di secondo livello.
Il CPIA si riferisce, altresì, dal punto di vista organizzativo-didattico, alle istituzioni scolastiche di secondo grado dove si erogano percorsi di istruzione degli adulti di secondo livello; i quali sono “incardinati” nelle istituzioni scolastiche secondarie di secondo grado a tal fine individuate dalle Regioni. Il CPIA, in quanto unità amministrativa, deve stipulare specifici accordi di rete con le suddette istituzioni scolastiche per definire, tra l’altro, criteri e modalità per la progettazione comune organizzativo-didattica dei percorsi di secondo livello, la costituzione ed il funzionamento della Commissione per la definizione del patto formativo individuale e la realizzazione di specifiche misure di sistema destinate, altresì, a favorire gli opportuni raccordi tra i percorsi di istruzione di primo e di secondo livello, anche attraverso l’uso delle nuove tecnologie.
Livello C: unità formativa

(accordi per l’ampliamento dell’offerta formativa).

FORMAZIONE CONTINUA

Il CPIA, inoltre, per ampliare l’offerta formativa stipula accordi con gli enti locali ed altri soggetti pubblici e privati, con particolare riferimento alle strutture formative accreditate dalle Regioni; l’ampliamento dell’offerta formativa consiste in iniziative coerenti con le finalità del CPIA e che tengono conto delle esigenze del contesto culturale, sociale ed economico delle realtà locali. Al riguardo, si segnalano, per esempio  iniziative tese ad integrare ed arricchire i percorsi di istruzione degli adulti e/o favorire il raccordo con altre tipologie di percorsi di istruzione e formazione (percorsi di formazione continua, percorsi di IeFP, percorsi in apprendistato, percorsi di IFTS, percorsi di ITS, ecc…); al fine di realizzare progetti integrati di istruzione e formazione, che richiedono la collaborazione con altre agenzie formative pubbliche e private, anche partecipando a programmi regionali, nazionali o comunitari, il CPIA – in quanto istituzione scolastica autonoma – può, ai sensi dell’art. 56 del D.I. 44/2001:

a) stipulare convenzioni con università, Regioni ed enti pubblici;
b) stipulare intese contrattuali con associazioni e privati;
c) partecipare ad associazioni temporanee con agenzie pubbliche e private che realizzino collaborazioni sinergiche per l’attuazione di
particolari progetti di formazione.

Rete territoriale di servizio

Tipologie di percorsi di istruzione e formazione ( unità formativa )

Il CPIA, in quanto Rete Territoriale di Servizio, svolge non solo le attività di istruzione…, ma anche attività di Ricerca, Sperimentazione e Sviluppo (RS&S). ( linee guida, § 3.1.2 ); inoltre, è soggetto pubblico di riferimento per la costituzione delle Reti territoriali per l’apprendimento permanente