Reti territoriali apprendimento permanente

Raccordo della Rete Territoriale di Servizio del CPIA con le “Reti Territoriali per l’Apprendimento Permanente.

RETI TERRITORIALI

il CPIA  realizza sia attività di istruzione destinate alla popolazione adulta che attività di Ricerca, Sperimentazione e Sviluppo in materia di istruzione degli adulti, ed è soggetto pubblico di riferimento per la costituzione delle reti territoriali per l’apprendimento permanente..

RUOLO DEL CPIA

IL CPIA attua azioni di accoglienza, orientamento e accompagnamento rivolte alla popolazione adulta, con particolare riferimento ai gruppi svantaggiati.

I servizi offerti sono:

  •  la costruzione di percorsi individuali di apprendimento
  • il riconoscimento dei crediti formativi
  • la certificazione degli apprendimenti comunque acquisiti
  • la fruizione di servizi di orientamento lungo tutto il corso della vita

Queste azioni favoriscono l’innalzamento dei livelli di istruzione e/o il consolidamento delle competenze chiave per l’apprendimento permanente.

APPRENDIMENTO PERMANENTE

Gli elementi fondamentali sono:

  • le reti territoriali che comprendono l’insieme dei servizi di istruzione, formazione e lavoro
  • i servizi di orientamento lungo tutto l’arco della vita
  • il sistema di individuazione, validazione, e certificazione delle competenze
  • un sistema informativo per monitorare la validazione degli apprendimenti e la certificazione delle competenze.
I NODI DELLA RETE

Le Reti comprendono l’insieme dei servizi pubblici e privati di istruzione, formazione e lavoro attivi sul territorio, alla loro realizzazione concorrono anche:

  • le Università
  • idonei servizi di orientamento e consulenza
  • le imprese, attraverso le rappresentanze dei datori di lavoro e dei sindacati
  • le Camere di commercio, industria, artigianato e agricoltura
  • l’Osservatorio sulla migrazione interna nell’ambito del territorio nazionale
  • le strutture territoriali degli enti pubblici di ricerca.

 

 

NORMATIVA

LEGGE 28 giugno 2012 , n. 92 Disposizioni in materia di iforma del mercato del lavoro in una prospettiva di crescita.

In particolare l’apprendimento permanente è inteso come “qualsiasi attività intrapresa dalle persone in modo formale, non formale e informale, nelle varie fasi della vita, al fine di migliorare le conoscenze, le capacità e le competenze, in una prospettiva personale, civica, sociale e occupazionale”. Le Reti territoriali rappresentano lo strumento per garantire la valorizzazione e l’integrazione di tutti i soggetti che operano nell’ambito dell’apprendimento permanente.

20/12/2012 Conferenza Unificata. Intesa riguardante l’apprendimento permanente e gli indirizzi per per l’individuazione di criteri generali e priorità per la promozione e il sostegno alla realizzazione di reti territoriali.

16/01/2013 D.L. n.13 Definizione delle norme generali e dei livelli essenziali delle prestazioni per l’individuazione e validazione degli apprendimenti non formali e informali e degli standard minimi di servizio del sistema nazionale di certificazione delle competenze

5/12/2013 Conferenza unificata Stato regioni linee guida del sistema nazionale sull’orientamento permanente

10/07/14 Accordo tra governo, regioni, enti locali: intervento in ordine ai servizi per l’apprendimento permanente e all’organizzazione delle reti territoriali