La vista si può perdere. La parola ha diversi significati.

la vista

L’organo della vista. 

Le palpebre: sono due pieghe della pelle che proteggono l’occhio. Le ciglia: sono peli che proteggono l’occhio dalla polvere e dalla luce. Le sopracciglia. Sono peli che stanno sopra l’occhio per proteggerlo dal sudore.

La ghiandola lacrimale: produce liquido per mantenere l’occhio umido.

Bulbo oculare: è una palla che si trova per gran parte all’interno del cranio. Noi vediamo solo una parte di essa, quella bianca esterna.

La còrnea è una specie di lente trasparente che sta davanti alliride, il disco colorato. Se l’oggetto è distante, il cristallino è una lente convessa che si appiattisce se l’oggetto è lontano al contrario se l’oggetto è vicino si curva. In questo modo, l’immagine dell’oggetto è focalizzata sulla retina, indipendentemente dalla sua distanza dall’occhio. 

La pupilla è al centro dell’iride: è un foro rotondo che si allarga e si restringe a seconda della quantità di luce. Si restringe  se c’è troppa luce  si dilata se l’illuminazione è scarsa per catturare quanta più luce possibile.

La rètina sta dietro il bulbo, riceve la luce, la trasmette al cervello per mezzo del nervo ottico. Il sottile strato di tessuto della retina ospita cellule nervose microscopiche che trasformano le onde luminose in impulsi elettrici. Il nervo ottico usa quegli impulsi elettrici come un tipo di telegrafo, che invia segnali al cervello per capire cosa trasmette la luce, producendo un’idea nel cervello di ciò che si sta guardando e come interpretare i colori.

Come funziona la vista.

I raggi luminosi entrano nell’occhio attraverso la cornea, la lente, che è come una “finestra” anteriore. Essa, inoltre,  impedisce alle particelle estranee, come la polvere, di entrare nell’occhio. Il suo potere di rifrazione piega i raggi luminosi che passano liberamente attraverso la pupilla, l’apertura al centro dell’iride attraverso la quale la luce entra nell’occhio.

L’iride funziona come un otturatore in una macchina fotografica. Ha la capacità di allargarsi e rimpicciolirsi, a seconda di quanta luce entra nell’occhio.

la vista
Video: come funziona l'occhio

Dopo aver attraversato l’iride, i raggi luminosi passano attraverso il cristallino, la lente interna dell’occhio. Questa struttura chiara e flessibile funziona come l’obiettivo di una macchina fotografica, accorciando e allungando la sua larghezza per mettere a fuoco correttamente i raggi di luce. Dunque nell’occhio umano l’obiettivo è costituito da due lenti, la prima e la più esterna è la cornea, la seconda e più interna è il cristallino. I raggi luminosi poi passano attraverso una sostanza gelatinosa densa e trasparente, chiamata umore vitreo, che riempie il globo del bulbo oculare e aiuta l’occhio a mantenere la sua forma sferica.

In un occhio normale, i raggi luminosi arrivano a un punto di messa a fuoco nitido sulla retina. La retina funziona in modo molto simile alla pellicola di una macchina fotografica. È responsabile della cattura di tutti i raggi luminosi, della loro elaborazione in impulsi luminosi attraverso milioni di minuscole terminazioni nervose, quindi dell’invio di questi impulsi luminosi al nervo ottico attraverso oltre un milione di fibre nervose. Le immagini sulla retina sono capovolte.

Se la cornea ha una piccola cicatrice o un’irregolarità nella forma, allora la vista può avere dei difetti.