ASSE MATEMATICO I LIVELLO  I PERIODO. 

 matematico i periodo

ASSE MATEMATICO I PERIODO: COMPETENZE.

In particolare le competenze indicano la comprovata capacità di usare conoscenze, abilità e capacità personali, sociali e/o metodologiche. Sono soprattutto necessarie in situazioni di lavoro o di studio, ma anche nello sviluppo professionale e/o personale. Inoltre sono descritte in termine di responsabilità e autonomia.

  • Operare con i numeri interi e razionali padroneggiandone scrittura e proprietà formali.
  • Riconoscere e confrontare figure geometriche del piano e dello spazio individuando invarianti e relazioni.
  • Registrare, ordinare, correlare dati e rappresentarli anche valutando la probabilità di un evento.
  •  Affrontare situazioni problematiche traducendole in termini matematici, sviluppando correttamente il procedimento risolutivo e verificando l’attendibilità dei risultati.
Conoscenze.

Per quanto riguarda le conoscenze possiamo definirle come il risultato dell’assimilazione di informazioni attraverso l’apprendimento. In altre parole sono l’insieme di fatti, principi, teorie e pratiche, relative a un settore di studio o di lavoro. Sono descritte infine come teoriche e/o pratiche.

L’ASSE MATEMATICO PRIMO LIVELLO PRIMO PERIODO comprende lo studio dell’artitmetica, della geometria euclidea, cenni di geometria analitica e di statistica.

  • Gli insiemi numerici N, Z, Q. Operazioni e loro proprietà. Ordinamento.
  • Multipli e divisori di un numero naturale e comuni a più numeri. Potenze e radici.
  • Numeri primi e scomposizione di un numero naturale in fattori primi.
  • Sistemi di numerazione. Scrittura decimale. Ordine di grandezza.
  • Rappresentazione dei numeri sulla retta e coordinate cartesiane nel piano.
  • Approssimazioni successive come avvio ai numeri reali.
  • Proporzionalità, diretta e inversa.
  • Interesse e sconto.
  • Definizioni e proprietà significative delle principali figure piane e dello spazio.
  • Misure di lunghezze, aree, volumi, angoli.
  • Teorema di Pitagora e le sue applicazioni.
  • Costruzioni geometriche.
  • Isometrie e similitudini piane.
  • Riduzioni in scala.
  • Rappresentazioni prospettiche (fotografie, pittura, ecc.).
  • Relazioni, funzioni e loro grafici.
  • Rilevamenti statistici e loro rappresentazione grafica.
  • Frequenze e medie.
  • Avvenimenti casuali; Incertezza di una misura e concetto di errore.
  • Significato di probabilità e sue applicazioni.
  • Equazioni di primo grado.
  •  Dati e variabili di un problema; strategie di risoluzione
Abilità

Si parla di abilità come le capacità di applicare conoscenze e di usare know-how per portare a termine compiti e risolvere problemi. Inoltre sono descritte come cognitive:  saper usare il pensiero logico, intuitivo e creativo; e pratiche: possedere abilità manuale e saper usare metodi, materiali, strumenti.

  • Padroneggiare le operazioni dell’aritmetica e dare stime approssimate del risultato di una operazione.
  • Calcolare percentuali. Interpretare e confrontare aumenti e sconti percentuali.
  • Affrontare e risolvere problemi utilizzando equazioni di primo grado.

• Riconoscere le proprietà significative delle principali figure del piano e dello spazio.

• Calcolare lunghezze, aree, volumi, e ampiezze di angoli.

• Stimare l’area di una figura e il volume di oggetti della vita quotidiana, utilizzando opportuni strumenti (riga, squadra, compasso o software di geometria).

• Riconoscere figure piane simili in vari contesti e riprodurre in scala una figura assegnata.

• Risolvere problemi utilizzando le proprietà geometriche delle figure.

• Utilizzare formule che contengono lettere per esprimere in forma generale relazioni e proprietà.

• Usare il piano cartesiano per rappresentare relazioni e funzioni e coglierne il significato

• Rappresentare insiemi di dati, anche facendo uso di un foglio elettronico.

• Confrontare dati al fine di prendere decisioni, utilizzando le distribuzioni delle frequenze e delle frequenze relative e le nozioni di media aritmetica e mediana.

• In situazioni aleatorie, individuare gli eventi elementari, discutere i modi per assegnare a essi una probabilità, calcolare la probabilità di qualche evento, scomponendolo in eventi elementari disgiunti.

•Riconoscere relazioni tra coppie di eventi.

• Usare correttamente i connettivi (e, o, non, se… allora) e i quantificatori (tutti, qualcuno, nessuno) nonché le espressioni: è possibile, è probabile, è certo, è impossibile.