ottica e arcobaleno

Ottica e arcobaleno che si forma dopo un temporale nel cielo, ma anche nelle pozzanghere e sull’asfalto delle strade. I pittori del Romanticismo lo hanno immaginato nei loro paesaggi.

Quem deseja ver o arco-íris, precisa aprender a gostar da chuva.
Chi desidera vedere l’arcobaleno, deve imparare ad amare la pioggia.
(Paulo Coelho)

Ottica e arcobaleno.

Guarda il cielo dopo un temporale ( una pioggia forte ) e puoi vedere delle SUPERFICI ad ARCO che formano l’ARCOBALENO ( rainbow: an arch of colors formed in the sky in certain circumstances, caused by the refraction and dispersion of the sun’s light by rain or other water droplets, goccioline, in the ATMOSPHERE, atmosfera. )
L’arcobaleno è un FENOMENO ( qualcosa che succede e ci stupisce, gli scienziati cercano di spiegare perchè accadono i fenomeni )  OTTICO ( l’ottica è una scienza che studia la luce, negozio di ottica ) e meteorologico ( la meteorologia studia il tempo nell’atmosfera, l’aria che sta sopra noi, e fa anche delle previsioni domani pioggia, sereno, variabile, sole ) che produce lo spettro visibile ( tutti i colori percepibili dall’uomo) quasi continuo di luce nel cielo.

L’arcobaleno è un fenomeno naturale prodotto dalla luce solare che attraversa le gocce d’acqua in sospensione nell’aria dopo un temporale o in prossimità di cascate o qualunque fonte d’acqua che genera una dispersione di goccioline nell’aria.

ottica e arcobaleno

She comes in colours everywhere
She combs her hair
She’s like a rainbow
Coming, colours in the air
Oh, everywhere
She comes in colours

ottica e arcobaleno
Luce solare.

L’arcobaleno è colorato perché la luce solare, di colore bianco, attraversando le gocce d’acqua sospese nell’aria, si scompone in sette colori come dimostrò per primo Newton aiutandosi con un PRISMA ( è un corpo solido tipo una stanza dove il pavimento e il soffitto che sono dei poligoni, trinagoli, quadrati, rettangoli, pentagoni, esagoni … e le pareti sono dei rettangoli ) di vetro.
I 7 colori che compongono l’arcobaleno sono distribuiti in quest’ordine: Rosso, Arancione, Giallo, Verde, Blu, Indaco e Violetto.

La teoria dei colori.

” Se noi, infatti, vediamo gli oggetti, è perché questi ricevono un fascio di luce e ne riflettono una parte. L’oggetto “bianco” è tale perché riflette tutte le lunghezze d’onda, quello “rosso” perché riflette solo la parte rossa dello spettro mentre l’oggetto “nero” assorbe tutta la luce incidente (e per questo motivo si riscalda…). “

Didatticarte  blog di Emanuela Pulvirenti