Struttura ad albero : sistemi gerarchici e realtà.

Struttura ad albero del nome

STRUTTURA AD ALBERO

struttura ad albero
Struttura ad albero
struttura ad albero

La struttura ad albero è utilizzata per rappresentare le gerarchie tra gli elementi di un insieme.  I cerchi sono detti nodi mentre le linee  rami. La radice è il nodo blu, i nodi foglie sono rosse. A partire da una foglia in blu si può fare il percorso inverso fino al nodo radice, attraverso i suoi antenati colorati in rosso.

 
SCHEMI GERARCHICI AD ALBERO

Un albero genealogico ha come radice una coppia di sposi e come foglie i figli. In un pc la radice è il disco rigido ( C:), i nodi sono cartelle o file, una cartella può contenere alter cartelle e file.

FAD CPIA ROMA LINGUA ITALIANA
FAD CPIA ROMA LINGUA ITALIANA
UNA FORESTA, LA CONDIVISIONE DI FOGLIE TRA RAMI. IL NOME

Il nome (dal latino nomen = “denominazione”) o sostantivo (dal latino substantivum = substantia = “sostanza, ciò che esiste”) è quella parte variabile del discorso che serve a indicare persone, animali, cose, idee, concetti, stati d’animo, azioni e fatti. In una parola tutto ciò che esiste nella realtà o che possiamo immaginare. I nomi svolgono due funzioni estremamente importanti:

  1. Permettono di indicare tutti gli aspetti della realtà
  2. sono, insieme ai verbi, i pilastri su cui la frase viene costruita.

( FONTE WIKIPEDIA )

COSTRUIRE UNA STRUTTURA AD ALBERO
radici e nodi della struttura ad albero

Puoi disegnare una struttura ad albero  per classificare e organizzare le informazioni, per pianificare saggi o discorsi elencando frasi o paragrafi nei rettangoli delle sottocategorie. Oppure puoi usare la struttura in matematica, ad esempio per mostrare diversi tipi di equazioni. 

Passaggio 1: nella parte superiore del disegno, ( la radice ) scrivi il soggetto o l’idea principale su cui la struttura si basa. Ad esempio, potrebbe essere Il cibo

Passaggio 2: posiziona le categorie di supporto ( le foglie ) sotto l’argomento principale collegandole con delle linee ( i rami ). Nel nostro esempio, questi sarebbero verdure, frutta, carne, ecc. 

Passaggio 3: elenca gli esempi o i dettagli di supporto sotto ciascuna categoria. Ad esempio, puoi annotare i tipi di verdure ( insalata, broccoli, cicoria, … ) nei rettangoli ( foglie ) collegati con delle linee ( rami ) alla categoria. 

LE MAPPE MENTALI
le mappe concettuali interculturali

 ” La mappa mentale parte da un solo argomento di base, da cui si diramano tutte le derivazioni ed associazioni, con ramificazione gerarchica. Serve per presentare in modo sintetico e sinottico ( cioè in modo schematico tale da consentire una rapida e completa visione d’insieme dell’argomento trattato ) una struttura di pensiero anche complessa (un libro, un film, un progetto, un problema). E’ utile per organizzare e comunicare le idee, strutturare le informazioni, sviluppare piani, supportare e facilitare il pensiero creativo, il problem solving, le decisioni. Organizza gerarchicamente i concetti senza definirne il tipo di relazione. Fa largo uso di immagini e colori, per sollecitare l’emisfero destro del cervello. ” ( fonte il blog di Umberto Santucci )