Tipi di grafici e dati

Tipi di grafici e dati. In un foglio di calcolo (  Microsoft Excel o Open office sheet ) si possono usare molti grafici che consentono di visualizzare i dati di una tabella nella maniera più significativa. Alleghiamo dei file di esempio per stabilire quale è il tipo di grafico più adatto.

Tipi di grafici e dati: variazioni lineari.

Quando si lavora con fenomeni quantitativi variabili in relazione al tempo esso si mette in orizzontale ed in verticale la variazione del fenomeno. Si sceglie un grafico a linee per mostrare la variazione del valore di più elementi nel tempo. Un grafico a linee mostra le tendenze dei dati a intervalli uniformi di tempo. Le categorie, presenti nella prima colonna, costituiscono la legenda. Scarica il file :    grafico_a_linee     ,

 2018201920202021
Bianchi€ 500€ 300€ 224€ 542
Verdi€ 300€ 546€ 153€ 566
Puccini€ 250€ 656€ 644€ 700
Rossi€ 800€ 266€ 227€ 144
Tipi di grafici e dati
a linee
Tipi di grafici e dati: cluster.

Un grafico a dispersione (XY) mostra la relazione tra valori numerici in più serie di dati o traccia due gruppi di valori come un’unica serie di coordinate XY. Normalmente utilizzato in analisi di tipo scientifico, questo grafico mostra gli intervalli irregolari (cluster) di dati.

In fase di organizzazione dei dati, immettere i valori X in un’unica riga o colonna e i valori Y corrispondenti nelle righe o colonne adiacenti. Scarica il file:  a_dispersione      ,

OreTemperaturaTemperatura prevista
13:0123,022,1
13:2522,522,2
13:4521,022,3
Tipi di grafici e dati
Tipo di grafici e dati: a tre variabili.

Un grafico a bolle è un grafico cartesiano distribuito. La dimensione delle bolle indica il valore di una terza variabile.

Per disporre i dati, immettere i valori X in una riga o colonna e i valori Y corrispondenti e le dimensioni delle sfere nelle righe o colonne adiacenti.

Il grafico dell’esempio mostra che la società A ha il maggior numero di prodotti e la quota di mercato maggiore, ma non le vendite migliori.

Scarica il file grafico a bolle

 N. di prodottiVendite% quota di mercato
Società A1411,2013
Società B2060,0023
Società C1814,405
Tipi di grafici e dati
Tipi di grafici e dati: valori aggregati.

Un grafico a radar confronta i valori aggregati di diverse serie di dati.

In questo grafico la serie di dati che occupa l’area più grande (la marca A) rappresenta la marca che offre il più elevato contenuto di vitamine.

Scarica il file grafico a radar

 Marca AMarca BMarca C
Vitamina A25%20%14%
Vitamina B112%11%5%
Vitamina B29%9%6%
Vitamina C15%12%5%
Vitamina D17%15%9%
Vitamina E15%10%6%
Tipi di grafici a superficie.

I grafici a superficie consentono di trovare combinazioni ottimali tra due serie di dati. Come in una cartina topografica, colori e motivi indicano le aree che rientrano in uno stesso intervallo di valori.

Questo grafico mostra le diverse combinazioni di tempo e temperatura che consentono di ottenere la stessa resistenza alla rottura.

Coni, cilindri e piramidi sono indicatori che rappresentano efficacemente i dati in istogrammi e grafici a barre tridimensionali.

Tipi di grafici ad area.

Un grafico ad area evidenzia l’insieme delle modifiche avvenute in un intervallo di tempo. Visualizzando la somma dei valori tracciati, mostra inoltre la relazione dei valori individuali con il totale. In questo esempio il grafico ad area evidenzia l’aumento delle vendite in Valle d’Aosta e illustra il contributo di ogni regione al totale delle vendite.

Scarica il file grafico ad area.

Tipi di grafici. Istogramma.

Un istogramma mostra le variazioni in un intervallo di tempo oppure effettua confronti tra elementi. Le categorie sono organizzate in senso orizzontale e i valori in senso verticale, evidenziando le variazioni nel tempo.

Un istogramma in pila mostra la relazione di ciascun valore con il totale. Scarica un file esempio di istogramma in pila

Esercizio inverso: su un foglio di calcolo costruisci la tabella del grafico ” Sovvenzioni all’energia per categoria. Quali informazioni ricavi da questo grafico?

Tipi di grafici e dati

Un istogramma 3D confronta dati posti lungo due assi. Scarica il file istogramma 3D

Vendite di prodotti industriali ( in milioni di €)
 AsiaAmericaEuropa
1Tri€ 25€ 54€ 40
2Tri€ 80€ 120€ 100
3Tri€ 75€ 100€ 90
4Tri€ 59€ 240€ 150
Tipi di grafici a barre.

Un grafico a barre raggruppate mostra la relazione tra singoli valori di una categoria. Le categorie sono disposte nella prima colonna e i valori in orizzontale nella riga corrispondente a ciascuna categoria. In tale  modo vengono messi in risalto i confronti tra i valori numerici di ogni categoria mentre la variazione temporale, indicata nelle etichette della prima riga, viene posta in secondo piano come serie dell’asse orizzontale. Si deve selezionare l’intera tabella e fare le modifiche desiderate. Scarica il file ; barre_orizzontali

 170017501800
Scandinavia345,3
Isole Britanniche8,3913
Francia182025
Germania1112,516
Polonia679
Austria, Boemia, Ungheria8911
Spagna, Portogallo91113
Italia121418
Balcani8,210,214,1
a barre orizzontali
Tipi di grafici a torta.

Un grafico a torta mostra le dimensioni degli elementi che costituiscono una serie di dati rispetto al tutto. Visualizza sempre una sola serie di dati ed è quindi utile per mettere in evidenza un elemento significativo. 

Per rendere più visibili le sezioni piccole, è possibile raggrupparle in un unico elemento nel grafico a torta, quindi scomporre questo elemento in un grafico a torta o a barre più piccolo visualizzato accanto al grafico principale.

Grafici ad anello.

Come i grafici a torta, i grafici ad anello mostrano la relazione tra le parti e il tutto, ma possono contenere più serie di dati. Ogni anello rappresenta una serie di dati.

Scarica il file grafico ad anello

Tipi di grafici azionari.

Per illustrare le quotazioni delle azioni è spesso utilizzato il grafico per quotazioni azionarie massime, minime e di chiusura. Lo stesso grafico può inoltre essere utilizzato per visualizzare dati scientifici, ad esempio i cambiamenti di temperatura. Per creare grafici azionari è necessario disporre i dati nell’ordine corretto.

Un grafico azionario che misura il volume ha due assi dei valori: uno per le colonne che misurano il volume e uno per i prezzi delle azioni. È possibile includere il volume in un grafico per quotazioni azionarie massime, minime e di chiusura o per quotazioni azionarie d’apertura, massime, minime e di chiusura.

Scarica il file grafico azionario